Digiuno intermittente, effetti salutari e benefici del modello alimentare

Il digiuno intermittente è diventato un modello alimentare di successo, ma esistono diverse varianti, con degli schemi precisi da seguire

Il digiuno intermittente è diventato uno schema dietetico popolare, declinato in varie versioni, anche se la sua centralità è quella di alternare periodi in cui si mangia a dei periodi in cui si fa il digiuno.

Si tratta quindi di una sorta di dieta che permette di perdere peso e migliorare la salute, assicurando tanti benefici.

Come dieta si deve associare ad una costante idratazione, da combinare al periodo di digiuno ed a pasti equilibrati.

Il digiuno intermittente si è dimostrato un regime alimentare dietetico efficace, in grado anche di assicurare degli effetti terapeutici. Ma per ottenere simili benefici è necessario seguire le giuste accortezze per non incorrere in rischi per la salute.

Infatti questo schema alimentare si articola in cicli di digiuno ed in periodi di normale dieta. Inoltre si sa come funziona il digiuno intermittente, anche se esistono diversi metodi, ma non indica cosa mangiare.

La centralità di questo regime alimentare è: quando mangiare e quando non farlo. Per tale motivo si definisce tale regime non propriamente una dieta, piuttosto un modello alimentare.

Digiuno intermittente: i metodi più popolari

Si possono segnalare tra i metodi più popolari del digiuno intermittente diversi schemi alimentari.

Il protocollo di Leangains, noto come metodo 16/8 prevede di saltare la colazione e di circoscrivere il periodo di alimentazione giornaliera a 8 ore, per poi fare digiuno per 16 ore.

Si può in alcuni periodi sperimentare un digiuno depurativo più prolungato adottando il metodo del digiuno di 24 ore. In tal caso il digiuno dura 24 ore, ma si consiglia solo una o due volte a settimana. Si smette di mangiare a cena e si può riprendere ad alimentarsi a cena il giorno dopo.

Un’altra declinazione popolare del digiuno intermittente è il metodo 5/2. Secondo questo schema, per due giorni non consecutivi della settimana si devono assumere solo 500-600 calorie. Mentre si può mangiare in modo regolare nel corso degli altri 5 giorni.

Si segnala anche la dieta Mima Digiuno del Dr. Longo, che favorisce il dimagrimento ed attiva il processo di rigenerazione cellulare.

I principali benefici che il modello alimentare assicura

Tra i benefici assicurati da questo schema del digiuno si devono rilevare quelli sul metabolismo che si accelera, così si ingeriscono meno calorie.

Questo modello alimentare stimola poi l’ormone della crescita, i cui livelli aumentano. Così si stimola la perdita di peso ed il guadagno di massa muscolare.

Inoltre quando si digiuna si incoraggia il processo di riparazione cellulare. Di fatto le cellule avviano l’autoriparazione come nel caso dell’autofagia.

Quindi le cellule processano ed eliminano le proteine vecchie e non più funzionanti che tendono ad accumularsi nel corpo.

Tra gli effetti benefici si evidenziano anche dei cambiamenti nella funzione dei geni. Questo determina una maggiore protezione contro le malattie. Inoltre si promuove la longevità.

Tra gli effetti terapeutici del digiuno intermittente si registra una maggiore sensibilità all’insulina con calo significativo dei suoi livelli.

Se si ha un basso livello di insulina a livello ematico allora si andrà a depositare meno grasso nel corpo.

Inoltre nel corso del digiuno si riducono i livelli di trigliceridi e di colesterolo LDL.

Prima di intraprendere un simile schema dietetico è bene consultare il medico. Anche perché non tutti possono seguire questo modello alimentare.

Quindi le cellule processano ed eliminano le proteine vecchie e non più funzionanti che tendono ad accumularsi nel corpo.

Tra gli effetti benefici si evidenziano anche dei cambiamenti nella funzione dei geni. Questo determina una maggiore protezione contro le malattie. Inoltre si promuove la longevità.

Tra gli effetti terapeutici del digiuno intermittente si registra una maggiore sensibilità all’insulina con calo significativo dei suoi livelli.

Se si ha un basso livello di insulina a livello ematico allora si andrà a depositare meno grasso nel corpo.

Inoltre nel corso del digiuno si riducono i livelli di trigliceridi e di colesterolo LDL.

Prima di intraprendere un simile schema dietetico è bene consultare il medico. Anche perché non tutti possono seguire questo modello alimentare.

 

Sharing is caring!

Categories

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *