Frullato di uva e farina d’avena, un toccasana per depurare il sangue ed abbassare i livelli del colesterolo cattivo

Il frullato a base di uva e farina d’avena è un valido alleato per la salute generale del corpo

Il frullato a base di uva e farina d’avena è un valido alleato per la salute in generale, anche se il principale beneficio della bevanda è quello di depurare il sangue ed abbassare il colesterolo.

La bevanda si può così assumere come un sano sostituto della colazione. La funzione principale del frullato è quella detox. Infatti aiuta a purificare il sangue ma assicura altri effetti salutari.

Tra gli altri benefici del frullato di uva e farina d’avena si segnala la sua azione antiossidante. In più, aiuta la digestione e contrasta la stitichezza. La bevanda è consigliata anche come alleato della forma.

Ecco come si prepara il frullato di uva e farina d’avena

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di farina d’avena
  • 1 tazza di uva lavata
  • 1 tazza di bevanda di soia
  • 1/2 tazza di papaya a pezzi

Dopo aver inserito nel contenitore del frullatore tutti gli ingredienti si lascia lavorare fino a quando non si ottiene un composto liscio. Il frullato andrebbe assunto ogni mattina a stomaco vuoto.

Si consiglia di utilizzare avena biologica ed uva rossa, così si avrà una maggiore concentrazione di sostanze bioattive. L’uva rossa è anche depurativa, diuretica ed ha poche calorie.

I benefici salutari del frullato di uva e farina d’avena

La bevanda a base di uva e di avena è uno dei migliori rimedi per depurare il sangue e ridurre i lipidi a livello ematico.

Il consumo regolare del frullato permette infatti di mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Ma allo stesso tempo migliora la circolazione e difende la normale elasticità delle arterie.

La ricetta del frullato a base di farina di avena ed uva quindi si prende anche cura del cuore e della salute generale.

L’uva rossa è un frutto ricco di nutrienti, come il resveratrolo ed i polifeni. Questo mix di antiossidanti è essenziale per la buona salute cardiaca.

Inoltre questa frutta preserva lo stato di salute delle arterie: evita la coagulazione del sangue e la formazione di trombi. In più, i suoi principi attivi contrastano il danno ossidativo e gli effetti negativi causati dei radicali liberi.

L’avena invece è un cereale completo ricco di benefici. In tal caso è indispensabile per mantenere sotto controllo il colesterolo cattivo, per il suo contenuto di fibre.

Mentre la concentrazione di acido linoleico e di grassi insaturi favorisce la depurazione del sangue. In questo modo si sostiene la salute cardiaca e circolatoria.

Il cereale offre poi una quota preziosa di carboidrati complessi che sono energetici e sazianti. L’avena apporta anche vitamina B e vitamina E, dagli effetti antiossidanti. Così aiutano a contrastare i danni cellulari causati dai radicali liberi.

Nel cereale sono presenti anche potassio, magnesio e ferro. Un mix di minerali utili per regolare la pressione arteriosa e per prevenire le malattie cardiache.

Non si deve trascurare poi che la papaya è un efficace disintossicante per il corpo. Se poi si consuma insieme all’avena aiuta a normalizzare i livelli di colesterolo ed a pulire l’intestino.

 

Sharing is caring!

Categories

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *